B-Corp: Intervista ad Eric Ezechieli Cofounder Nativa

Ho posto alcune domande ad uno dei fondatori di Nativa per capire meglio il mondo delle B-Corp e delle Benefit Corporation.

A CHE PUNTO SIAMO IN ITALIA?

Sono oltre 50 le aziende che hanno conseguito la qualifica di B Corp® e che rappresentano la più alta espressione della filosofia Benefit Corporation dal punto di vista delle performance di impatto positivo, delle governance e della trasparenza.
Le performance sono misurate attraverso lo standard internazionale, ‘nativo’ delle Benefit, B Impact Assessment, ad oggi adottato da oltre 50.000 aziende. Ci sono inoltre più di 100 Aziende che hanno adottato lo stato giuridico di Benefit Corporation (in Italia si chiamano Società Benefit) e che hanno modificato il proprio statuto integrando la propria missione con gli obiettivi di beneficio comune e impatto positivo sulla società e l’ambiente.
E’ interessante osservare che le B Corp® prevedano a tendere l’adozione dello status giuridico di Società Benefit: queste ultime hanno obblighi dal punto di vista della governance e della trasparenza ma non sottostanno agli obblighi di performance necessari per qualificarsi come B Corp.
Le B Corp dimostrano alla società ed al mercato l’effettiva esecuzione delle iniziative previste. La forma giuridica di Società Benefit consente all’impresa di allineare e proteggere la propria missione anche nel medio nel lungo termine e i due aspetti – misura di performance e allineamento di missione – sono tra loro complementari.

COME SI DIVENTA BENEFIT CORPORATION?

Basta andare sul sito http://www.societabenefit.net/ e partendo dalle indicazioni di legge aggiornare il proprio statuto con un’atto notarile.
Si può agire su aziende già costituite o su start-up di nuova costituzione.

COME SI POSIZIONA IL MONDO UNIVERSITARIO NEI CONFRONTI DEL MODELLO BENEFIT CORPORATION?

In Italia l’interesse è molto forte. Ci sono già 15 università che hanno affrontato il tema o lo hanno introdotto nel loro curriculum, sono state già prodotte più di 30 test di laurea e riceviamo regolarmente nuove richieste di tesi in materia di Benefit Corporation e certificazione B Corp. C’è un sito rivolto in modo specifico alle università ed è in via di compilazione l’elenco delle tesi prodotte in Italia, disponibile al sito http://www.societabenefit.net/tesi-di-laurea/
“Le B Corp restituiscono all’imprenditore il comando integrale sull’impulso originario che muove in profondità l’agire umano: produrre un beneficio, creare un’innovazione positiva per sé, la comunità e l’ambiente. Fondere indiss olubilmente questa tensione con la ricerca del profitto libera da condizionamenti culturali negativi che spess o portano le imprese a divorare quella che dovrebbe essere la loro vera mission.

Senatore Mauro Del Barba – Primo Firmatario del DDL 1882/2015 sulle Società Benefit
“Le B Corporation sono una soluzione interessante che coniuga la meritocrazia (logica del mercato) con l’inclusione (logica del sociale), trovando punti di equilibrio che richiedono alle persone di uscire dalle ideologie e di condividere valori.

Chiara Mio – Professore di Management, Ca’ Foscari e Presidente, Banca Popolare FriulAdria”
Le B Corporation sono una soluzione interessante che coniuga la meritocrazia (logica del mercato) con l’inclusione (logica del sociale), trovando punti di equilibrio che richiedono alle persone di uscire dalle ideologie e di condividere valori.